19 Settembre 2019
[]

Servizi

Impianti di riscaldamento

Impianti Termoidraulici
L'uso dei convettori (così si chiamano i termosifoni) è il sistema più comune per riscaldare l'abitazione.
La caldaia dell'impianto brucia un combustibile (metano o gasolio) e riscalda dell'acqua che, spinta da una pompa, viene inviata al serbatoio di espansione e da qui a tutti i termosifoni posti nei vari ambienti.
Nel termosifone l'acqua entra dall'alto, riscalda le piastre che trasmettono poi il calore all'ambiente, ed esce tiepida dal basso.
L'acqua tiepida ritorna nella caldaia dove viene riscaldata di nuovo e rimessa in circolo.
La temperatura degli ambienti è di solito regolata tra 18 e 20°C da un termostato, un apparecchio che accende e spegne il bruciatore automaticamente alla temperatura prestabilita.

I sistemi di riscaldamento a pavimento hanno conosciuto in questi ultimi anni un notevole sviluppo tecnologico e commerciale. Nelle nuove abitazioni, nei capannoni industriali e nelle ristrutturazioni, questi sistemi sono sempre più frequentemente preferiti alle soluzioni tradizionali, quali impianti a radiatori o a ventilconvettori.

Alcune fondamentali caratteristiche dei sistemi radianti danno una logica interpretazione a questo trend ormai consolidato:
  • elevato comfort termico;
  • impatto estetico nullo;
  • igiene elevata negli ambienti riscaldati;
  • temperatura di gestione molto bassa;
  • contenimento dei costi di gestione attorno al 15% (rispetto ai sistemi tradizionali di riscaldamento);
  • possibilità di integrazione con sistemi ad elevata efficienza energetica (ad esempio, geotermia, solare).

BENESSERE TERMICO
Osservando il diagramma qui accanto, che rappresenta la curva di distribuzione ideale del calore, si nota che la soluzione impiantistica che più le si avvicina è quella ottenibile con gli impianti di riscaldamento a pavimento. Questo perché il corpo umano avverte una condizione di benessere quando la temperatura ambientale è attorno ai 22/23˚C a livello dei piedi e qualche grado in meno all'altezza della testa.Ulteriori benefici sono legati alla presenza di un'ampia superficie radiante a bassa temperatura e al fatto che la distribuzione del calore avviene per circa il 50% per irraggiamento.

VANTAGGIO ESTETICO
I vantaggi, che derivano dalla disponibilità di un ambiente totalmente privo di elementi quali radiatori o ventilconvettori, sono abbastanza evidenti: uno spazio totalmente sfruttabile e l'assenza di vincoli di arredo garantiscono delle soluzioni estetiche di gran lunga migliorative.

IGIENE
Un'altra prerogativa del sistema radiante a pavimento è l'assenza di combustione del pulviscolo atmosferico, tipica situazione che, con gli impianti tradizionali, può essere causa di irritazione delle vie respiratorie. La circolazione delle polveri è in quest'ipotesi determinata dai moti convettivi che scaldano prima l'aria del soffitto e solo in seguito l'aria ad altezza d'uomo. Inoltre, con il sistema di riscaldamento a pavimento, non si ha la produzione di zone umide con la conseguente proliferazione di batteri e di muffe.

RISPARMIO ENERGETICO
Gli impianti di riscaldamento a pavimento garantiscono, rispetto agli impianti tradizionali e a parità di temperatura ambientale, risparmi energetici nell'ordine del 15-20%. Le ragioni di tale risultato sono principalmente connesse ai seguenti fattori:
  • bassa temperatura del fluido
  • ampia superficie radiante
  • minore scambio termico del pannello con le pareti fredde
Negli edifici molto grandi, come capannoni, centri commerciali, chiese, dove i locali raggiungono notevoli altezze, il fatto di avere una superficie radiante che distribuisce il calore dal basso verso l'alto permette di avere la temperatura desiderata ad altezza d'uomo, ovvero solo dove è necessario. In sostanza, al comfort ambientale, si unisce il vantaggio di evitare lo spreco energetico dovuto alla stratificazione del calore verso l'alto.

INTEGRAZIONE SISTEMI AD ELEVATA EFFICIENZA
L'utilizzo di acqua a bassa temperatura rende il sistema di riscaldamento a pavimento la soluzione che meglio si integra con i sistemi di produzione di acqua calda ad elevata efficienza energetica come i sistemi solari termici, le pompe di calore geotermiche, ma anche con la classica caldaia a condensazione.

siti web www.nhweb.it